• La Scuola Universitaria del Conservatorio della Svizzera italiana dispone di un ensemble di archi formato dai migliori studenti del Bachelor, dei Corsi Master e Advanced Studies.

    È composto da 30/40 elementi, studenti in formazione, ma anche professionisti già diplomati che si stanno specializzando. In questi anni l’Ensemble ha affrontato significativi capolavori del repertorio cameristico producendosi in Svizzera e all'estero e lavorando sotto la guida di docenti di calibro internazionale quali Robert Cohen, Tamás Major, Johannes Goritzki, Danilo Rossi e Pavel Berman.

  • La Scuola universitaria di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana dispone di un Ensemble fiati formato dai migliori studenti del Bachelor, dei Corsi Master e Advanced Studies. È composta da studenti in formazione, ma anche da professionisti già diplomati che si stanno specializzando.

    In questi anni l’Ensemble fiati ha affrontato significativi capolavori del repertorio per fiati producendosi in Svizzera e all’estero. Ciò è stato possibile grazie all'apporto di solisti e direttori quali Gabor Meszaros, Milan Rericha, Mario Ancillotti, Franco Cesarini, Omar Zoboli, Massimiliano Salmi e Felix Renggli.

  • Il coro è composto da circa 35-50 studenti (a seconda della tipologia del progetto) provenienti dai vari corsi della Scuola universitaria ed è aperto anche ad esterni*. Le attività del coro offrono agli studenti la possibilità di scoprire un repertorio molto vario e interessante. Durante il semestre le prove sono sempre il giovedì dalle 16:00 alle 19:00; si affrontano opere corali di tutte le epoche, presentate al pubblico nei concerti di fine semestre.

    In genere il coro realizza tre progetti all'anno, in prevalenza con organo o pianoforte, ma anche a cappella, con un gruppo strumentale o un'orchestra da camera.

    Dal 2010 il coro è diretto dal M° Mark Kölliker.

     

     

    Negli anni passati sono stati realizzati i seguenti progetti:

    • un programma a cappella con opere di Britten, Langlais e Poulenc (SI 2010/11)
    • Requiem di Duruflé e Messa solenne di Langlais (SE 2010/11)
    • il Roi David di Honegger (SI 2011/12) per coro, solisti e orchestra da camera
    • il Requiem di Mozart (SE 2011/12)
    • il Rejoice in the Lamb di Britten, i Chichesterpsalms di Bernstein, la Nenia di Brahms (SI 2012/13)
    • le Cantate di Bach n°95 e 99 (SE 2012/13)
    • il Magnificat di Rutter e opere di Fauré e Mendelssohn (SI 2013/14)
    • la Piccola Messa per organo di Haydn (SE 2013/14)
    • lo Stabat Mater di d’Astorga e la Messa in Sol Maggiore di Schubert (SI 2014/15)
    • i Carmina Burana di Carl Orff (SE 2014/15)
    • un programma romantico con opere francesi per coro ed organo (SI 2015/16)
    • opere di Mozart, Durante e Caldara per coro e orchestra (SI 2015/16)
    • Zigeunerlieder di Brahms e Zigeunerleben di Schumann (SE 2015/16)
    • opere per coro a cappella di Nysted, Rheinberger, Rutter e Lauridsen (SI 2016/17)
    • Weihnachtsoratorium di J.S. Bach, Kantaten I-II-III (SI 2016/2017)
    • il Requiem di Rutter e il Te Deum in Do Maggiore di Britten (SE 2016/2017)
    • opere per coro a cappella di Mendelssohn, Bruckner e Mauersberger (SI 2017/18)
    • la Missa Brevis in Sol di Mozart ed il Magnificat in Re di P.E. Bach (SI 2017/18)
    • Ein deutsches Requiem op. 45 per coro e orchestra (SE 2017/18)
    • opere per coro a cappella di Gjeilo, Busto, Antonini e Lauridsen (SI 2018/19)
    • Mottetti di Orlando di Lasso per una produzione di 900presente (SE 2018/19)
    • Dixit e Magnificat di Zelenka per coro e orchestra (SI 2019/20)
    • Messa in La Maggiore D 678 di Schubert (SI 2019/20)

    È in previsione, per il II semestre dell’anno scolastico 2019/20, la produzione del Requiem in Re minore op. 48 di Gabriel Fauré.